Seleziona una pagina
Aree Protette in Turchia

Aree Protette in Turchia

Written By

Redazione Istanbul Turismo

Date

Ott 2, 2022

Category

Aree Protette in Turchia

Vuoi conoscere un le aree protette in Turchia ? Ecco quali sono.

Una politica di protezione e di conservazione dell’eccezionale patrimonio naturale e culturale, nonchè dei campi di battaglia che simboleggiano le vittorie turche, è già stata pianificata su base nazionale e internazionale. Per tramandare questo patrimonio alle generazioni future, sono state istituite diverse categorie di aree protette. Infatti, la legge del 1983 ha dato vita a 4 tipi di aree protette: Parchi Nazionali, Riserve Naturali, Parchi Naturali e Monumenti Naturali.

Parchi Nazionali e Naturali


Splendidi scenari ricchi di specie floristiche e faunistiche o aree di grande importanza storica attendono i visitatori nei 33 Parchi Nazionali ufficiali della Turchia. Inoltre, ci sono 16 aree che sono state riconosciute Parchi Naturali o Riserve Naturali per il loro valore paesaggistico, botanico e scientifico e per gli aspetti naturali e culturali che preservano. In queste aree naturali si può godere di una piacevole atmosfera di relax, lontano dal caos delle città e delle località di villeggiatura della Turchia.


I 16 Parchi Naturali turchi sono aree naturali che includono luoghi di villeggiatura, strutture turistiche e aree protette caratterizzate da risorse naturali e culturali di rara bellezza.

Aree Protette in Turchia

Una politica di protezione e di conservazione dell’eccezionale patrimonio naturale e culturale, nonchè dei campi di battaglia che simboleggiano la storia d’indipendenza turca, è pianificata su una base nazionale ed internazionale. Per tramandare questo patrimonio alle generazioni future, sono state istituite diverse categorie di aree protette. Secondo la legge, esistono 4 tipi di aree protette: Parchi Nazionali, Riserve Naturali, Parchi Naturali, e Monumenti Naturali.

A parte dei 44 Parchi Nazionali ufficiali in Turchia, ci sono diverse aree che sono state riconosciute Parchi Naturali o Riserve Naturali per il loro valore paesaggistico, botanico e scientifico e per gli aspetti naturali e culturali che preservano.

Parchi Naturali

I Parchi Naturali della Turchia sono aree naturali che includono luoghi di villeggiatura, strutture turistiche e aree protette caratterizzate da risorse naturali e culturali di rara bellezza. Oggi, ce ne sono 247 parchi naturali.

Monumenti Naturali

I Monumenti Naturali sono aree protette per aspetti scientifici o naturali. A volte possono essere semplicemente roccie o cascate. Oggi, in Turchia esistono 116 Monumenti Naturali in diverse provincie e regioni.

Riserve Naturali

Oltre ai Parchi Nazionali, in Turchia ci sono 30 aree protette (totale area è 64.000 ettari) specificamente istituite per la salvaguardia di specie floristiche o faunistiche in via d’estinzione. Alcune di queste Riserve vengono usate per la ricerca scientifica e per scopi didattici. Questi sono:

  1. Akdogan (Ebe Cami) – Bolu
  2. Akgöl – Konya
  3. Alacadag – Antalya
  4. Beykoz Göknarlik – Istanbul
  5. Camili / Efeler Ormani (foresta) – Artvin
  6. Camili / Görgit – Artvin
  7. Çamburnu – Artvin
  8. Çiglikara – Antalya
  9. Çitdere – Zonguldak
  10. Dandindere – Afyon
  11. Demirciönü – Düzce
  12. Dibek – Antalya
  13. Domaniç / Kasaliç – Kütahya
  14. Habibi Neccar Dagi (monte) – Hatay
  15. Haciosman – Samsun
  16. Kale / Bolu Findigi (nocciole) – Bolu
  17. Kargi Sigla Ormani (foresta) – Burdur
  18. Kartal Gölü (lago) – Denizli
  19. Kasatura Körfezi (golfo) – Kirklareli
  20. Kasnak Mesesi Ormani (foresta) – Isparta
  21. Kavakli – Zonguldak
  22. Kazdagi Göknari – Balikesir
  23. Kökez – Bolu
  24. KörÇoban – Kahramanmaras
  25. Örumcek Ormani (foresta) – Gümüshane
  26. Sarikum – Sinop
  27. Seyfe Gölü (lago) – Kirsehir
  28. Sirtlandagi – Mugla
  29. Tekkoz Kengerlidu – Hatay
  30. Vakif Çamligi (foresta) – Kütahya

Come arrivare in Turchia

Sono tanti i tipi avventurosi (e chi vi scrive fa parte di questa categoria) che raggiungono ogni anno la Turchia via macchina dall’Italia. Si tratta di un viaggio interessante, che vi permette di incontrare sul tragitto anche qualche chicca da visitare.

Sicuramente non si tratta di un viaggio semplice, dato che c’è da attraversare, nella migliore delle ipotesi, Italia, Grecia e infine Turchia,

Vediamo insieme come organizzarci, da dove passare e come evitare problemi di sorta.

Piuttosto che fare il giro dei balcani, con quello che comporta a livello di distanza da percorrere e di dogane da attraversare, è sicuramente meglio prendere un traghetto in direzione Igoumenitsa e poi procedere sulle autostrade greche.

I traghetti partono da Ancona e Brindisi, e dopo un viaggio piuttosto confortevole vi lasceranno, appunto, al porto di Igoumenista, da dove partono le autostrade greche che poi vi consentiranno di raggiungere anche Istanbul.

Sarà la crisi che ha colpito il paese greco, sarà che le autostrade sono anche troppo ampie per un paese che conta meno di 10 milioni di abitanti, ma sta di fatto che guidare in Grecia è uno spasso. Si paga pochissimo (circa 6€ fino al confine turco), non c’è praticamente nessuno, e si mangia anche bene in Autogrill.

Redazione Istanbul Turismo

Ultimi Post

Palazzo Boukoleon
Palazzo Boukoleon

Palazzo Boukoleon   Boukoleon Palace (Palazzo Bucoleon) Palazzo d'Estate degli Imperatori Bizantini: Palazzo Boukoleon, era il palazzo estivo degli imperatori bizantini, che fu costruito lungo le rive del Mar di Marmara, a sud del Gran Palazzo di...

Moschee del Grande Ammiraglio a Istanbul
Moschee del Grande Ammiraglio a Istanbul

Moschee del Grande Ammiraglio a Istanbul Ecco delle informazioni sulle moschee del grande ammiragio a ISTANBUL. Mimar Sinan (1489-1588) -senza dubbio- fu il più importante architetto ottomano. Nel XVI secolo costruì o supervisionò centinaia di strutture in ogni angolo...

Join Our School Newsletter

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *