Seleziona una pagina
Guida al trasporto di Istanbul

Guida al trasporto di Istanbul

Written By

Redazione Istanbul Turismo

Date

Set 24, 2022

Category

Guida al trasporto di Istanbul

Ecco una guida al trasporto di Istanbul. Tutto quello che c’è da sapere su come muoversi in traghetto, metro, tram, funicolare a Istanbul.

Alcuni consigli per muoversi a Istanbul

Non sei sicuro di come raggiungere la tua destinazione ?

Il Dipartimento dei Trasporti del Comune di Istanbul gestisce un eccellente sito web, https://iett.istanbul/. Puoi anche inserire il tuo punto di partenza per scoprire quali trasporti pubblici sono disponibili. Basta cliccare su “Cerca una linea o una fermata”.

SPOSTARSI IN AUTOBUS A ISTANBUL

E’ il mezzo in assoluto più usato dagli abitanti di Istanbul e anche da noi, ha una rete molto capillare che copre tutta la città da Beylikdüzü a Pendik. Su alcune linee i collegamenti sono talmente frequenti che passa un autobus ogni 30 secondi, salvo poi bloccarsi per via del traffico.

Normalmente non è un mezzo che viene molto usato dai turisti, perché non è intuitivo districarsi fra le varie destinazioni e perché gli autobus non passano da Sultanahmet. Ma all’occorrenza e vincendo la diffidenza iniziale possono rivelarsi molto utili. I capolinea da segnalare sono Eminönü, Kabataş, Taksim, Beşiktaş, Kadıköy, se vi trovate in qualsiasi zona della città e non sapete come riportarvi in centro, cercate la fermata più vicina e salite sul primo bus diretto ad Eminönü o a Taksim.

Sono in funzione fino alla mezzanotte ma per alcune tratte viaggiano 24 ore su 24.

La società della Municipalità responsabile dei mezzi di trasporto è la IETT.

LA METROPOLITANA DI ISTANBUL

Attualmente sono attive 5 linee di metropolitana, indicate nella nostra cartina con le sigle M2, M3, M4, M6 ed M7.

La linea M2 è sicuramente quella più interessante per i turisti, dato che collega Taksim con la penisola storica, passando sul Corno d’Oro, grazie al Ponte di recente apertura. Può essere utile perché collega il quartiere di Beyoglu e quello di Sultanahmet (la fermata si trova a Vezneciler, non lontano dal Gran Bazar). La linea prosegue verso sud fino a Yenikapı, mentre verso nord si dirige verso il centro finanziario della città, nella zona di Şişli e Levent. Le linee M4 ed M5 si trovano sul lato asiatico, la M3 e la M7 si trovano in zone periferiche e non sono rilevanti per il turista. Altre 6 linee di metropolitana sono attualmente in costruzione.

In funzione dalle ore 6 fino alle 24.

LA METROPOLITANA DI SUPERFICIE

Attualmente è attiva solo la linea indicata con la sigla M1, si tratta in sostanza di una metro ma non sotterranea, la linea era molto usata perché portava fino all’aeroporto Atatürk, ma ora l’aeroporto è stato chiuso e dopo l’apertura del NUOVO AEROPORTO DI ISTANBUL questa linea ha perso di importanza per i turisti. L’unica fermata che potrebbe essere importante per i turisti è quella dell’Otogar, la grande stazione degli autobus, dalla quale partono pullman per tutte le destinazioni della Turchia.

In funzione dalle ore 6 fino alle 24.

IL TRAM

Fortunatamente ha poco a che vedere con i tram italiani, è moderno, funzionale, comodissimo anche per disabili o carrozzine, veloce e puntuale (ne parte uno ogni 5 minuti). E’ strutturato su un’unica linea T1 che passa da Sultanahmet e tocca molte destinazioni importanti, per questo è assolutamente consigliato il suo utilizzo. I due capolinea sono Kabataş e Bağcılar.

In funzione dalle ore 6 fino alle 24.

La società responsabile dei trasporti per Metro e Tram è la METRO ISTANBUL.

IL TÜNEL

La seconda metro più vecchia del mondo costruita nel 1875. In realtà si tratta di una funicolare sotterranea, chiaramente modernizzata, che collega Karaköy e la zona di Galata. Indicata nella cartina dalla sigla F2 è molto comoda per raggiungere rapidamente Istiklal quando ci si trova nei pressi del Ponte di Galata, evitandosi così una faticosa salita. Per il tragitto inverso non è strettamente necessario utilizzarla dato che ci vogliono 5 minuti a piedi. In funzione dalle ore 7 fino alle 22.45.

LA FUNICOLARE KABATAŞ-TAKSIM

E’ la seconda funicolare sotterranea di Istanbul, indicata con F1, inaugurata nel 2006. Collega lo snodo di Kabataş (capolinea del tram T1 ed importante porto per i traghetti) direttamente a Piazza Taksim in meno di 2 minuti. In funzione dalle ore 6.15 fino alle 24.

IL TRAM NOSTALGICO

Non solo pittoresco ma anche utile tram (T5) che percorre Istiklal Caddesi per tutta la sua lunghezza, partendo da Taksim ed arrivando fino a Tünel. Da utilizzare per scattare qualche bella foto ma anche se si ha fretta e si vuole evitare di percorre a piedi il chilometro e mezzo più affollato di Istanbul. Da una decina d’anni un tram gemello (T3) percorre un anello nel lato asiatico, nel quartiere di Kadıköy.

In funzione dalle ore 7 fino alle 20.

IL METROBÜS

Una soluzione temporanea ma efficace realizzata dalla municipalità. E’ semplicemente un autobus che viaggia su una corsia preferenziale al centro della strada e quindi senza traffico (MB). Attua un percorso quasi circolare e periferico, serve prevalentemente ai pendolari quindi poco utile ai turisti.

MARMARAY

Si è fatto un gran parlare del nuovo tunnel che passa sotto il Bosforo, la linea MarmaRay infatti collega il lato europeo ed il lato asiatico di Istanbul con un tunnel sottomarino. Per i turisti in realtà il suo utilizzo non appare indispensabile, dato che volendo visitare il lato asiatico sicuramente il modo più suggestivo è raggiungerlo in 15 minuti con un traghetto. Anche arrivando all’aeroporto di Sabiha Gökçen sul lato asiatico sono sicuramente più funzionali e rapide ALTRE SOLUZIONI.

LA TELEFERICA Eyüp-Pierre Loti

Collega il porto di Eyüp sul Corno d’oro fino al panoramico Cafè Pierre Loti. In funzione dalle ore 8 alle 22.

I TRAGHETTI DI ISTANBUL

A Istanbul i traghetti (vapur) sono mezzi di trasporto molto usati specialmente da chi lavora nel lato Europeo ma abita nel lato asiatico o vice versa. E’ il metodo migliore per portarsi da una sponda all’altra della città ed anche per godersi una traversata sul Bosforo al prezzo di un normale biglietto. I due approdi sul lato asiatico sono Üsküdar e Kadıköy, mentre dal lato europeo i porti sono Eminönü, Kabataş e Beşiktaş. Le partenze sono molto frequenti e si possono visionare gli orari all’interno del sito di ŞEHIR HATLARI (la compagnia della municipalità). Importante anche ricordare che è possibile raggiungere facilmente le Isole dei Principi da Kabataş con 8 collegamenti giornalieri. Oltre a Şehir Hatları svolgono servizio di traghetti anche 2 compagnie private ma integrate all’interno del sistema di trasporto pubblico: DENTUR e TURYOL.

BIGLIETTI E TARIFFE

Prima di tutto vi informiamo di una cosa: Non esiste nessun tipo di abbonamento per i mezzi pubblici, nè giornaliero nè settimanale. Esiste solo un abbonamento mensile (Mavi Kart) riservato però ai cittadini turchi o ai residenti in Turchia. Gli studenti stranieri in Erasmus possono acquistare una speciale carta per studenti con tariffe agevolate.

Dal 9 aprile 2022 il costo di un biglietto elettronico singolo (valido su tutti i mezzi pubblici finora elencati), ha un prezzo di 15 Lire (circa 1 euro). E’ possibile anche acquistare un biglietto valido per due corse al prezzo di 25 Lire, per 3 corse al prezzo di 32 lire, per 5 corse al prezzo di 49 Lire e per 10 corse al prezzo di 88 Lire.

Come arrivare in Turchia

Sono tanti i tipi avventurosi (e chi vi scrive fa parte di questa categoria) che raggiungono ogni anno la Turchia via macchina dall’Italia. Si tratta di un viaggio interessante, che vi permette di incontrare sul tragitto anche qualche chicca da visitare.

Sicuramente non si tratta di un viaggio semplice, dato che c’è da attraversare, nella migliore delle ipotesi, Italia, Grecia e infine Turchia,

Vediamo insieme come organizzarci, da dove passare e come evitare problemi di sorta.

Piuttosto che fare il giro dei balcani, con quello che comporta a livello di distanza da percorrere e di dogane da attraversare, è sicuramente meglio prendere un traghetto in direzione Igoumenitsa e poi procedere sulle autostrade greche.

I traghetti partono da Ancona e Brindisi, e dopo un viaggio piuttosto confortevole vi lasceranno, appunto, al porto di Igoumenista, da dove partono le autostrade greche che poi vi consentiranno di raggiungere anche Istanbul.

Sarà la crisi che ha colpito il paese greco, sarà che le autostrade sono anche troppo ampie per un paese che conta meno di 10 milioni di abitanti, ma sta di fatto che guidare in Grecia è uno spasso. Si paga pochissimo (circa 6€ fino al confine turco), non c’è praticamente nessuno, e si mangia anche bene in Autogrill.

Redazione Istanbul Turismo

Ultimi Post

Palazzo Boukoleon
Palazzo Boukoleon

Palazzo Boukoleon   Boukoleon Palace (Palazzo Bucoleon) Palazzo d'Estate degli Imperatori Bizantini: Palazzo Boukoleon, era il palazzo estivo degli imperatori bizantini, che fu costruito lungo le rive del Mar di Marmara, a sud del Gran Palazzo di...

Moschee del Grande Ammiraglio a Istanbul
Moschee del Grande Ammiraglio a Istanbul

Moschee del Grande Ammiraglio a Istanbul Ecco delle informazioni sulle moschee del grande ammiragio a ISTANBUL. Mimar Sinan (1489-1588) -senza dubbio- fu il più importante architetto ottomano. Nel XVI secolo costruì o supervisionò centinaia di strutture in ogni angolo...

Join Our School Newsletter

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *